Perdite scure durante l’uso dell’anello contraccettivo: può essere lo stress?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 09/05/2024 Aggiornato il 09/05/2024

Un sanguinamento quando si impiega l'anello anticoncezionale può essere non significativo, ma se si protrae nel tempo rende opportuno un controllo ginecologico. Si può escludere che sia indotto dall'accumulo di stress.

Una domanda di: Michela
Buongiorno, avrei bisogno di un parere, prima di andare direttamente dalla ginecologa, poiché il tempo è poco e la strada è tanta. Io ho affrontato un aborto volontario, effettuato tramite cura farmacologica. Le perdite di sangue sono durate quasi un mese. Una volta finite, dopo una settimana mi era venuto il ciclo (spero fosse ciclo), così ho contattato la mia ginecologa chiedendo se potevo mettere l’anello anticoncezionale già da lei prescritto. Mi ha detto di sì, e l’ho messo. Il problema è che dopo averlo messo, non ho più avuto perdite. Ora, a distanza di due settimane, mi sono partite queste perdite scure, di cui non capisco la natura. Sono proprio scure. Da due giorni. In mezzo ci mettiamo molto stress per motivi famigliare gravi, possono incidere così tanto? Grazie per l’eventuale risposta.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
possiamo escludere che le perdite scure siano dovute allo stress. Non è chiaro se queste perdite siano comparse nel periodo di intervallo libero da
anello. Comunque sia può capitare che durante l’uso dell’anello si verifichino sanguinamenti irregolari o non si presenti il sanguinamento
durante l’intervallo tra un anello e l’altro. Tuttavia, se le perdite continuassero a manifestarsi per un paio di mesi di seguito al di fuori
dall’intervallo libero, soprattutto se l’anello viene usato correttamente, diventa necessaria una visita dal ginecologo perché è necessario capire a
cosa sono dovute. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza che non si annuncia dopo 7 mesi di tentativi: si deve ricorrera alla PMA?

24/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Di solito, se la coppia è giovane, prima di indagare sulla sua fertilità, si attende che trascorra un anno di tentativi di concepimento andati a vuoto. Qualora il ginecologo suggerisca di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita prima di questo lasso di tempo probabilmente esclude la possibilità...  »

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti