Petting: si può rimanere incinta?

Chirurgo Filippo Murina A cura di Chirurgo Filippo Murina Pubblicato il 29/08/2018 Aggiornato il 29/08/2018

Chi non desidera una gravidanza dovrebbe sempre ricorrere alla contraccezione. Petting e coito interrotto possono, infatti, non essere sufficienti per evitarla.

Una domanda di: Paola
Salve ho 20 anni volevo esprimere un mio problema… Il 26/7 fino al 31/7 ho avuto le mestruazioni (ho un ciclo molto lungo di 32 giorni) ed ero molto stressata. Ho un ragazzo stabile da circa un anno ragazzo e abbiamo provato un po’ tutti i metodi contraccettivi con scarso successo, lui rompe i preservativi e io ho provato la pillola ma sono stata male … Il 2 agosto ci siamo visti e non abbiamo avuto un vero e proprio rapporto più che altro petting, masturbazione e l’ha infilato dentro di me per pochi minuti e poi ha eiaculato tramite masturbazione circa 20 minuti dopo, questo due volte nell’arco di un pomeriggio, la seconda volta per pochi secondi e l’ha tolto subito eiaculazione sempre esterna molto dopo. Dopo questo episodio ho avuto un forte bruciore nelle parti intime e la mia dottoressa mi ha prescritto la crema Meclon per 5 giorni, sono stata poco bene per tutto il mese e avevo anche dolori al basso ventre, inoltre di solito so riconoscere le tipiche perdite ovulatorie e durante il periodo previsto per l’ovulazione, intorno al 12/8, non ho avuto perdite rilevanti. Ho notato il muco abbondante e filante solo in questi giorni dal 22/8 con sempre qualche dolorino al basso ventre chiaramente a fine mese dovrebbero ritornati le mestruazioni ma non ho alcun sintomo della sindrome premestruale e io ne soffro molto … Secondo lei posso aver avuto una ovulazione in ritardo e quindi un ritardo mestruale? Ci possono essere dei rischi di una gravidanza?

Dottor Filippo Murina
Dottor Filippo Murina

Gentile Signorina Paola,
l’ovulazione può variare nell’arco dei cicli della donna anche in assenza di malattie
particolari. L’ oscillazione può essere anche di 7-10 giorni, comportando ovviamente un ritardo nella
comparsa del ciclo mestruale. Certamente, va esclusa l’insorgenza di una gravidanza, il cui inizio solitamente dipende dall’ingresso dello sperma in vagina. Posto questo, sia pure raramente, il concepimento potrebbe avvenire anche in seguito all’ingresso del pene in vagina successivamente a un’eiaculazione o, in casi ancora più rari in assenza di eiaculazione perché nel liquido preeiaculatorio, anche con funzione lubrificante, a volte potrebbe esserci la presenza di qualche spermatozoo. La questione è comunque da sempre discussa: nel dubbio è comunque sempre bene adottare il criterio della prudenza. Questo significa che, se non si desidera una gravidanza, è necessario ricorrere a una contraccezione affidabile. Attualmente sono disponibili molte pillole contraccettive che associano efficacia e tollerabilità. Se la prima pillola che le è stata prescritta le ha provocato disturbi può chiedere al ginecologo di indicarle un’alternativa che possa fare al caso suo (e che quasi di certo esiste). Per quanto riguarda come togliersi il dubbio di essere incinta c’è un solo modo: effettuare il test di gravidanza. Può impiegare il kit fai da te, da usare sulle urine, a partire dal primo giorno di eventuale ritardo delle mestruazioni. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che in seguito alla vaccinazione si possa trasmettere la malattia contro la quale si è stati vaccinati. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti