Piccole perdite di sangue: cosa può essere?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 14/06/2021 Aggiornato il 14/06/2021

Le cause dello spotting possono essere varie, quindi per capire a che cosa sono dovute è necessario sottoporsi a controlli.

Una domanda di: Giulia
Da qualche tempo sto avendo rapporti non protetti con il mio ragazzo, nella speranza di rimanere incinta.
Questa settimana ho avuto per qualche giorno delle piccole perdite, ho sperato che fosse un segno positivo ma oggi ho fatto le beta e il risultato è negativo (vedi allegato).
A cosa potrebbero essere dovute queste perdite?
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Gentile signora,
le perdite di cui riferisce che immagino siano di sangue non sono uno dei segni caratteristici di inizio gravidanza (non so come mai lei ritiene il contrario). Le cause della loro comparsa possono essere varie e vanno dalle disfunzioni ormonali (magari legate a un’alterazione della tiroide) alle infezioi vaginali fino ai polipi cervicali, ai fibromi, all’ectropion della cervice (“piaghetta”). Come penso immagini non posso azzardare alcuna ipotesi ma solo consigliarle un controllo dal suo ginecologo di fiducia, il quale individuerà l’origine di queste perdite. Le raccomando nel frattempo di assumere l’acido folico, importante per prevenire gravi malformazioni del feto: va preso per tutto il periodo di ricerca della gravidanza fino almeno al termmine del primo trimestre (salvo diversa indicazione del medico). La dose giornaliera è di 400 microgrammi ed è mutuabile. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A letto da un mese per un distacco amniocoriale (eppure non serve, anzi)

01/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il riposo assoluto a letto in caso di "distacco" non solo è inutile per assicurare una buona evoluzione della gravidanza, ma può addirittura rivelarsi controproducente in quanto può aprire la strada al rischio di trombosi a livello degli arti inferiori.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti