Piccolissima con muco nel naso: che fare?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 20/09/2021 Aggiornato il 20/09/2021

I lavaggi con soluzione fisiologica possono tenere pulito il nasino dei neonati fino a quando il muco non si formerà più.

Una domanda di: Ava
Salve ho una bambina di una settimana: da quando è nata le si chiude il naso. I pediatri dicono sia normale che sono secrezioni che andranno via; ora
siamo a casa ed è aumentato il problema: vorrei capire come posso
contrastarlo in maniera naturale, a cosa può essere dovuto e vorrei avere qualche consiglio. Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
è normale che una neonata abbia del muco nel nasino. Quello che si può fare è la pulizia con soluzione fisiologica da spruzzare nelle narici, tenendo la testina girata di lato. Esistono fialette di plastica già pronte per questo uso. le consiglio di mettere alla base delle narici una piccola quantità di crema emolliente pria di appoggiarvi la fialetta. Non importa se non vede uscire l’acqua instillata: va nello stomaco. La cosa importante è che la piccola si attacchi bene al seno e mangi anche se ha il nasino semichiuso. Con il passare dei giorni le vie nasali dovrebbero liberarsi del tutto spontaneamente, per un naturale adattamento all’ambiente in cui la sua piccina ora si trova a vivere. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza e uso di crack: ci sono pericoli?

18/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza, l'impiego del crack, stupefacente ricavato dalla cocaina, espone sia la futura mamma sia il feto a una serie di rischi. Per combattere ansia e stress è dunque inopportuno usarlo, ma ricorrere a preparati che non siano pericolosi.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti