Piccolissimo che si scarica poco: che fare?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 14/08/2022 Aggiornato il 14/08/2022

Se il lattantino non piange al momento dell'evacuazione, non c'è da preoccuparsi anche se si scarica solo ogni tre giorni.

Una domanda di: Noemi
Salve, ho un bambino di 2 settimane. I problemi sono questi:
È stitico. Fa la cacca una volta ogni 2 o 3 giorni, vorrei capire perché e se è normale.
Poi ogni tanto, dopo che dorme, si sveglia piangendo malamente. Ci vuole un po’ per calmarlo e farlo attaccare al seno. Solitamente lo fa quando dorme per più tempo rispetto al solito (4 ore di sonno).
Grazie in anticipo.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
all’età del suo bambino non parlerei di stipsi, ma di dischezia, situazione frequente nei piccoli di pochi mesi, transitoria, benigna, non pericolosa che corrisponde ad una mancata sinergia tra i muscoli pelvici che spingono per la defecazione e lo sfintere anale che invece deve dilatarsi. Quindi anche se arriva a 3 giorni senza scaricarsi non rappresneta un problema a meno di pianti intensi al momento della evacuazione. Per il pianto al risveglio dopo un sonno prolungato, probabilmente bisogna che lei cerchi di dare una certa regolarità sia ai pasti, sia al ritmo di vita del piccolo. La regolarità dei pasti e del sonno sono fattori influenti positivamente sull’umore e la buona crescita del bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che rifiuta la mamma

03/10/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non basta aver messo al mondo un bambino per diventare la figura di riferimento che predilige. Se sono altre persone a prendersene cura, non stupisce che le preferisca alla mamma.   »

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Fai la tua domanda agli specialisti