Pillola associata alla pillola “del giorno dopo”

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 13/04/2021 Aggiornato il 13/04/2021

E' pericoloso ricorrere alla contraccezione di emergenza mentre si sta assumendo la pillola contraccettiva

Una domanda di: Yani
Vorrei chiedere delle informazioni la prego, mi aiuti, ho avuto un raschiamento il 1 febbraio 2020, e mi è durato un paio di settimane (non è chiaro cosa, ndr), ho avuto un rapporto non protetto le settimane successive, anche se avevo ancora delle perdite ero tranquilla perché il giorno dopo il raschiamento avevo iniziato la pillola azalia. Il giorno 11 marzo ho avuto un altro rapporto non protetto e poi la sera ho preso la pillola del giorno dopo, il 12 marzo, ma avevo già finito la pillola azalia e non mi sono ancora arrivate le mestruazioni, mi devo preoccupare?
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, le informazioni che le mi dà sono piuttosto confuse. Provo ad interpretare. A seguito di un aborto spontaneo ha effettuato un intervento chirurgico (revisione della cavita uterina). Ha iniziato quindi precocemente l’assunzione continuativa di un metodo contraccettivo (Azalia) a base di solo progestinico.
Dopo l’intervento ha avuto qualche perdita per un paio di settimane .
Ha quindi avuto dei rapporti in corso di utilizzo di metodo contraccettivo e ha ritenuto di assumere anche la pillola del giorno dopo.
In merito alla assenza di mestruazione che rappresenta la ragione per la quale mi ha scritto, le ricordo che il metodo contraccettivo da lei scelto (progestinico continuativo) è caratterizzato proprio dalla assenza del flusso mestruale per inibizione della crescita endometriale e che quindi quanto sta acacdendo è normale e atteso.
Contatti quindi il suo specialista di fiducia per un chiarimento. Le suggerisco comunque di non associare più un metodo contraccettivo alla
pillola del giorno dopo, in quanto l’associazione non solo non è giustificata ma potrebbe essere di danno per la sua salute. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti