Pillola contraccettiva e dimenticanze varie: può essere iniziata una gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 12/10/2021 Aggiornato il 12/10/2021

L'effetto contraccettivo della pillola è garantito solo se l'assunzione avviene in maniera corretta.

Una domanda di: Ilaria
Salve dottoressa. Ho 18 anni compiuti qualche mese fa. Prendo la pillola da

due anni (nei quali per 3 mesi l’interrotta), e in questo mese ho

dimenticato due pillole (seconda settimana ), poi presa una e scordato

altre due. In quei giorni ho avuto rapporti completi non protetti. E da

giorni ho leggera nausea la sera e crampi al basso ventre tipo ciclo.

Potrei essere incinta ?

Io e il mio fidanzato in caso vorremmo tenerlo, anche perché ne abbiamo

possibilitá.

Ultima domanda: se succedesse di scordarmi più pillole anche nella terza

settimana del blister, e rimanessi incinta, il ciclo mi verrebbe avendo

concepito pochi giorni prima o si bloccherebbe subito?

Grazie in anticipo.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve Ilaria, non possiamo escludere che sia iniziata una gravidanza viste le numerose pillole dimenticate in questo ciclo e anche la sua giovane età che probabilmente si correla ad una fertilità più che ottimale (presumo anche il suo fidanzato sia giovane e fertile, dato che la fertilità è sempre da riferire alla coppia e non soltanto al singolo).
Mi rincuora il fatto che sareste in grado di portare avanti la gravidanza: probabilmente è anche per questo motivo che (magari inconsciamente) lei ha dimenticato la pillola in più occasioni.
A mio avviso i sintomi che lei avverte potrebbero essere una gravidanza iniziale ma allo stesso tempo non è escluso che siano dovuti al progesterone che si produce normalmente dopo l’ovulazione (che la pillola normalmente impedisce).
Quindi potrebbe anche darsi che lei non sia incinta e che le arrivi un ciclo un po’ più abbondante del solito.
Rispetto alla seconda domanda, in teoria in caso di gravidanza il ciclo non dovrebbe presentarsi (l’amenorrea ossia la mancanza di ciclo è il sintomo di gravidanza per eccellenza in una donna in età fertile che abbia rapporti liberi) ma può capitare che arrivi un ciclo di minima entità anche durante una gravidanza…direi che la differenza la fanno i sintomi tipici (nausea, stanchezza, difficoltà a digerire, bisogno di urinare frequentemente, tensione al seno, umore fragile, fastidio agli odori forti come la sigaretta e il caffè…)
In conclusione, vale la pena che lei faccia un test di gravidanza almeno a due settimane di distanza dall’ultimo rapporto non protetto.
Resto a disposizione se desidera, spero di averle risposto, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti