Pillola dei 5 giorni dopo e dubbi di coscienza

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 10/09/2020 Aggiornato il 10/09/2020

Se si è all'oscuro del meccanismo d'azione di un farmaco, quando lo si scopre non è ragionevole sentirsi in colpa per averlo assunto.

Una domanda di: Arianna
Salve, sono una ragazza che ha appena scoperto il vostro sito e le vostre ricerche.
Più di un anno fa, avevo 24 anni e ho avuto la mia prima volta. Volevo assolutamente usare il preservativo ma il mio ex ne aveva già rotti 3 perché c’era molta ansia, allora, nonostante io non volessi ha provato senza. Non c’è stata eiaculazione e non credo di aver visto nessun liquido pre, il giorno dopo presa da tanti dubbi andai ad un consultorio di ginecologia che mi disse che se volevo stare tranquilla potevo prendere la pillola del giorno dopo, di cui il principio base era di ritardare l’ovulazione (erano passati 8 giorni dall’inizio del ciclo) allora per l\’ansia decisi di prenderla, mi prescrissero ellaone. Il mio ex mi disse che era inutile perché non c’era stata nessuna penetrazione completa, allora mi rivolsi ad uno specialista nel campo e scoprii che quello che avevo io era vaginismo, trovai il modo per risolverlo e si risolse tutto. Il mio dubbio è venuto quando ho scoperto che poteva avere funzione antiannidatoria, quindi volevo chiedervi se c’è potuto essere o se posso stare tranquilla con la mia coscienza? Se avessi saputo prima di questa funzione non l’avrei mai presa.
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Cara Arianna, certamente Lei è a posto con la Sua coscienza: ha ricevuto una informazione non veritiera. Oggi, conoscendo il prevalente meccanismo d’azione di ellaone, quello anti annidamento, non assumerebbe più il farmaco.
Inoltre, nel Suo caso, ammesso che ci sia stato un rapporto completo, verosimilmente non era nemmeno nel periodo fertile: era l’ottavo giorno del ciclo e non ha notato perdite né prima (muco fertile), né dopo (sperma che non è uscito).
Escluderei che possa aver concepito.
Trovo grave il comportamento del medico del consultorio: non Le ha fornito l’informazione corretta e Le ha prescritto un farmaco di cui non aveva bisogno.
Quindi dorma tranquilla. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che di notte vuole la mamma

25/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

E' normale che un bambino molto piccolo desideri avere la mamma accanto anche al momento della nanna e la reclami nel corso della notte: sarebbe più singolare se non avvenisse.   »

Distacco amniocoriale: serve il riposo assoluto?

23/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Il riposo assoluto non solo è inutile per favorire il proseguimento della gravidanza ma può addirittura aprire la strada a grossi problemi.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti