Pillola + preservativo + test di gravidanza negativo: posso essere incinta?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 06/07/2022 Aggiornato il 06/07/2022

Quando i dati oggettivi escludono che sia iniziata una gravidanza, eppure il timore di essere incinta non passa è possibile trovarsi in presenza di un problema psicologico.

Una domanda di: Giulia
Prendo la pillola Zoely da ormai più di tre mesi. Il 10/5 ho avuto rapporti protetti da preservativo per maggiore sicurezza. Mi sono arrivate le mestruazioni la mattina del 30/5 abbondanti ma mi sono finite l’1/6 quando invece solitamente mi durano 5-7 giorni. Presa dall’ansia il 7/6 avevo effettutato un test di gravidanza risultato negativo. Mi sono ricomparse il 27/6 meno abbondanti e sempre con durata di 3 giorni. Posso stare tranquilla riguardo l’esito del test di gravidanza e dedurre che la diversa natura del ciclo (scarso e di breve durata) sia dovuto esclusivamente alla pillola?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora quando si assume la pillola non c’è alcun bisogno di utilizzare il preservativo “per maggior sicurezza”. Alla pillola si ricorre
proprio per poter affrontare i rapporti sessuali con partner abituali all’insegna della naturalezza. Diverso è il caso di partner occasionali, perché la pillola non protegge dalle malattie a trasmissione sessuale, però mi sembra che lei parli di sicurezza dal punto di vista contraccettivo e non sotto il profilo della protezione dalle malattie sessualmente trasmesse. L’emorragia da sospensione che si verifica nei sette giorni di intervallo tra una confezione e l’altra tende, per sua precisa caratteristica, a essere più scarsa rispetto alle normali mestruazioni. In più ha fatto il test di gravidanza che è risultato negativo: penso proprio che a questo punto avere ancora il dubbio di essere incinta e preoccuparsi di questa eventualità possa magari essere la spia di un problema psicologico che si esprime proprio dando vita a timori che non ci sarebbe alcuna ragione di nutrire. La
invito a rifletterci. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti