Pillola progestinica e perdite di sangue

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

E' frequente che la pillola progestinica determini episodi di spotting come effetto indesiderato.

Una domanda di: Judy
Salve, prendo la pillola Cerazette da due anni, ma ultimamente ho dovuto
sospenderla causa Covid… Ho ricominciato ad assumerla il primo giorno del
ciclo a febbraio, e dopo 16 giorni ho ancora piccole perdite di sangue..
Preciso che soffrendo di cisti al seno è avendo 53 anni non posso assumere
estrogeni… Come posso bloccare queste perdite? Sono disperata. Grazie.
Sara De Carolis
Sara De Carolis

Gentile Signora,
deve avere pazienza, poichè con la pillola Cerasette è frequente che si verifichino perdite ematiche, tuttavia in genere nel giro di 1-2 mesi regrediscono, anche se è vero che potrebbero ricomparire sporadicamente. Valuti con il suo curante circa la necessità di continuare tale somministrazione. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fimosi dei maschietti: agire con cautela e cognizione di causa è d’obbligo!

04/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Paradossalmente può essere la manovra che a volte si esegue per favorire lo scorrimento del prepuzio sopra il glande a ostacolare la risoluzione spontanea della fimosi, quindi a peggiorarla.  »

Menarca a 10 anni: è preoccupante?

03/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La prima mestruazione a 10 anni non è un fenomeno significativo dal punto di vista medico, mentre lo è il sovrappeso che probabilmente ne ha favorito la comparsa.   »

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Fai la tua domanda agli specialisti