Pillola sospesa dopo 15 anni: è normale che il ciclo sia irregolare?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 06/06/2022 Aggiornato il 06/06/2022

Dopo anni e anni di assunzione della pillola, con conseguenti attività ovarica bloccata e atrofia dell'endometrio, è possibile che il ciclo mensile non ritrovi rapidamente la regolarità originaria.

Una domanda di: Linda
Ho 44 anni. Nel 2006 ho cominciato ad usare Nuvaring per problemi di cisti ovariche, quest’anno, esattamente nel gennaio 2022 ho deciso di non usarlo più, e l’ho interrotto. Siamo a giugno ed ho un ciclo stranissimo solo dei filamenti marroni, e un giorno solo di flusso abbondante, che questo mese mi è saltato. È normale? Grazie mille per la risposta.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’assunzione di un estroprogestinico per molti anni consecutivi siano essi anello vaginale, compresse per bocca o sistemi transdermici (cerotto), determina una atrofia della mucosa endometriale (organo bersaglio ) e un blocco della attivita gonadica (ovaie). Alla sospensione di queste terapie la ripresa funzionale ovarica può essere molto rallentata in relazione alla durata della terapia pregressa e questa sorta di torpore determina inevitabilmente degli effetti come quelli che lei ha descritto . Normalmente comunque sono situazioni transitorie e che nel tempo si risolvono. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti