Placenta previa: si può fare qualcosa?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 28/04/2022 Aggiornato il 28/04/2022

La placenta è previa quando è situata in prossimità del collo dell'utero, condizione su cui non è possibile intervenire.

Una domanda di: Teresa
Sono a 27 settimane di gravidanza, oggi sono andata a fare il controllo e la dottoressa mi ha detto che ho la placenta troppo bassa che è molto vicino al collo uterino, che non potrò partorire via vaginale. Vorrei sapere se a queste punto della gravidanza posso fare qualcosa per fare salire la placenta.
Grazie mile.
Buona giornata.

Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, è molto difficile che la placenta possa risalire a quest’epoca di gravidanza (né lei può fare qualcosa per favorire questa risalita). Si chiama placenta previa, da come la descrive è marginale, ovvero molto vicina al collo dell’utero. Il rischio, in questo caso, è che con le contrazioni dell’utero possa avvenire un sanguinamento. Questo è il motivo per cui è indicato effettuare un taglio cesareo. Tuttavia mancano ancora molte settimane al parto e penso che la sede della placenta verrà ancora controllata in modo da poter prendere, al momento giusto, la decisione migliore per lei e il bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti