Placenta vicina all’OIU

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 15/03/2021 Aggiornato il 15/03/2021

Con il passare delle settimane la placenta tende ad allontanarsi dall'orifizio interno dell'utero, in genere fino a permettere l'espletamento fisiologico del parto.

Una domanda di: Federica
Buongiorno dottore, ho appena fatto ecografia morfologica (s.g.19+6). La ginecologa mi ha detto che ho la placenta a 1.5 cm dal orifizio interno dell’utero e che verrà valutata ai prossimi controlli… Mi devo preoccupare? Mi ha detto di stare tranquilla, ma in realtà mi ha un po’ preoccupata…
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’inserzione placentare in una gravidanza può avere molte sedi: anteriore laterale, posteriore, fundica e talvolta può essere posizionata davanti all’orifizio uterino interno. In quest’ultimo caso si tratterebbe di una placenta previa centrale. Esistono ovviamente molteplici variabili tra le quali la posizione del margine che giunge in prossimità dell’orifizio uterino interno.
Quest’ultima tende ad avere una evoluzione favorevole in quanto col proseguimento della gravidanza il margine placentare si allontana sempre più dall’orifizio uterino interno permettendo quindi un passaggio fisiologico della parte presentata nel canale parto, senza che la placenta possa essere di disturbo al fisiologico andamento del travaglio e dell’espulsione del feto.
Nel suo caso dove già oggi è la 20ª settimana la distanza dal margine placentare e l’orifizio uterino interno si misura in centimetri possiamo affermare che quasi sicuramente al termine della gravidanza sarà ancora più lontano per permettere un fisiologico andamento del travaglio del parto. Sperando di essere stato utile, la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti