Poliabortività: dubbi sul da farsi

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 29/03/2022 Aggiornato il 29/03/2022

In caso di numerose interruzioni spontanee della gravidanza conviene senza dubbio rivolgersi a un centro che si occupi del problema globalmente.

Una domanda di: Sienna
Salve dottore, queste cause geniche cosa sarebbero? E come si sarebbe potuto fare ad indagare su queste? Per quanto riguarda l’endometrite quando feci l’isteroscopia il dottore mi disse che non ce l’avevo. Che esami lei mi consiglia di fare? Soprattutto per vedere la presenza di questi natural killers uterini? La ringrazio per la celere risposta.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Buongiorno, le cellule natural killer sono una sottofamiglia dei linfociti, deputate alla difesa. Sono un po’ come il battaglione scelto del nostro sistema immunitario. Nell’endometrio devono esserci, ma ci sono casi in cui la loro presenza causa il rigetto dell’embrione. Si valutano sia con un esame del sangue sia con la biopsia dell’endometrio. L’endometrite invece si valuta con la ricerca delle cellule CD138 nell’endometrio stesso, non basta la visione. Riguardo le possibili alterazioni genetiche, occorre che lei si rivolga appunto al medico genetista che, anche in base alla storia familiare e clinica, deciderà quali analisi genetiche eventualmente prescrivere. Per questo l’ho invitata a rivolgersi a un centro per la poliabortività: i colleghi sapranno come seguirla, quali indagini effettuare, e poi come eventualmente intervenire. Con cordilità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti