Polipi dell’utero: possono impedire la gravidanza?

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 05/07/2021 Aggiornato il 05/07/2021

La presenza di un polipo nell'utero può impedire l'impianto dell'embrione, ma le cause dei ripetuti aborti possono anche essere altre.

Una domanda di: Andrea
Siamo alla ricerca della seconda gravidanza, negli ultimi 7 mesi ho avuto 3
aborti spontanei interrotti tutti e 3 alle 4/5 settimane(test + beta hcg
positivi, poi dopo 4-5 giorni di ritardo arriva il ciclo), di recente ho
fatto una visita ginecologica con ecografia dove mi hanno trovato una
formazione polipoide di 6-8 mm. La ginecologa mi ha programmato
l’intervento di ISC + POLIPECTOMIA ENDOMETRIALE e mi ha detto di
sospendere la ricerca della gravidanza finché il polipo non sarà rimosso.
Vorrei gentilmente un vostro parere: il polipo può essere la causa dei continui
aborti? Quali altri esami e dosaggi posso fare per escludere un’altra
patologia? Ho quasi 34 anni e non vorrei perdere tempo prezioso mentre
aspetto di essere chiamata per l’intervento vorrei fare degli accertamenti più
approfonditi.
Ringrazio in anticipo.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Il polipo è sicuramente un impedimento al corretto impianto. Esistono però anche altre cause di poliabortività, che vanno indagate. Suggerisco di rivolgersi ad un Centro poliabortività dove saprano indicarle quli indagini effettuare. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti