Polipo endometriale: ci sono rischi in gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 11/09/2019 Aggiornato il 11/09/2019

La presenza di un polipo endometriale può interferire in modo negativo sulla possibilità di portare a termine una gravidanza senza problemi.

Una domanda di: Federica
Salve dottoressa volevo chiederle se un polipo endometriale di 1 centimetro va sempre rimosso e se è possibile avere o portare a termine una gravidanza in sua presenza e quali sono, eventualmente, i rischi. Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, alla prima domanda si potrebbe rispondere “dipende” nel senso che noi sappiamo che nella stragrande maggioranza dei casi un polipo endometriale è benigno per natura e quindi va asportato solo se i benefici superano i rischi (molto limitati in donne giovani e in salute) dell’intervento di polipectomia. Quello che le posso dire è che, se un polipo endometriale non viene rimosso, nel tempo probabilmente si accrescerà di volume e prima o poi darà segno di sé con piccoli sanguinamenti tra una mestruazione e l’altra, oppure ciclo mestruale più abbondante del dovuto o anche perdite ematiche in occasione dei rapporti sessuali.
In caso di gravidanza, è possibile che il polipo interferisca negativamente con l’impianto dell’embrione e predisponga ad un maggiore rischio di aborto spontaneo.
Soprattutto se parliamo di una donna in età fertile, il consiglio è di non ospitare polipi nell’utero ma di rimuoverli per evitare tutti gli inconvenienti che le ho illustrato.
Resto a sua disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti