Positività per ANA: c’è da preoccuparsi?

Laura Trespidi A cura di Laura Trespidi Pubblicato il 30/01/2023 Aggiornato il 30/01/2023

La positività per gli anticorpi anti-nucleo non esprime la presenza di una malattia autoimmune, però va monitorata nel tempo.

Una domanda di: Desiree
Buon pomeriggio dottoressa, le scrivo perché sono abbastanza preoccupata in quanto ho avuto un aborto spontaneo con espulsione naturale, purtroppo della prima gravidanza ferma alla 6 settimane. Ma me ne sono accorta soltanto alla 11° il dottore mi ha prescritto degli esami da fare. Sono ANA positiva speckled 1:320 Ana negativa, anti DNA fetale negativo, fattore von willebrand antigeni: 204.7 Fattore von willebrand ricof: 309.40. Conferma veleno vipera Russel: 1.32 *ratio Ratio: 1.06 riferimento max 1.04. Anticardiolipina igg: 16.60. Mi sto preoccupando molto sinceramente perché so che è indice di malattie autoimmuni e ho paura di essere rimasta incinta di nuovo prima di fare qualsiasi cura. Lei cosa ne pensa? Il 7/02 ho la visita con il mio ginecologo ma fino ad allora l’ansia sta prendendo il sopravvento.
Laura Trespidi
Laura Trespidi

Gentile signora, la singola positività per ANA (anticorpi anti-nucleo) non è significativa per malattia autoimmune. Va solo monitorata perché nel tempo potrebbe svilupparsi una patologia, ma ora non è in atto. Gli anticorpi anti veleno di vipera devono essere ripetuti a distanza di 12 settimane, in quanto esistono interferenti IgM e IgG, da infezione respiratoria, come virus stagionali, che possono dare dei falsi positivi. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti