Posso prendere la valeriana mentre allatto?

Dottoressa Elisa Valmori
A cura di Dottoressa Elisa Valmori
Pubblicato il 01/10/2018 Aggiornato il 01/10/2018

In teoria la valeriana può essere assunta in allattamento, tuttavia se ci si sente giù o troppo stressate o ansiose è bene non optare per il fai-da-te ma sottoporre la propria condizione emotiva all'attenzione del medico.

Una domanda di: Ana Maria
Sto passando un momento molto stressante per motivi familiari, mia figlia ha 3 mesi e allatto al seno: potrei prendere la valeriana? La ringrazio anticipatamente.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, direi che in teoria la valeriana è compatibile in allattamento ma mi preme ribadire che non bisogna sottovalutare l’efficacia farmacologica dei rimedi “naturali”: vanno trattati come farmaci veri e propri, per non rischiare di abusarne o di non riconoscere eventuali effetti collaterali su di lei o (cosa ancora meno probabile) sulla sua bambina.
Vale sempre il principio di utilizzare queste sostanze solo se veramente indispensabili, alla dose minima efficace e per un tempo circoscritto.
Inoltre, in caso di disturbi d’ansia e/o depressione, è cruciale che lei sia seguita da uno specialista psichiatra o neurologo e che eviti nel modo più assoluto il “fai da te” nelle terapie.
Siccome il suo caso sembra qualcosa di circoscritto a cui lei riesce parzialmente a far fronte, può essere sufficiente la terapia con valeriana per iniziare.
Le raccomando di curare il suo sonno: non è facile riposare a sufficienza in gravidanza e ancor di più in allattamento ma, al tempo stesso, con l’insonnia può accentuarsi un disturbo d’ansia o dell’umore. Mi tenga aggiornata se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Elisa Valmori
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti