Preliminari e concepimento

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 22/07/2020 Aggiornato il 22/07/2020

E' pressoché impossibile dare inizio a una gravidanza quando si può escludere che gli spermatozoi abbiano fatto il loro ingresso nel corpo della donna.

Una domanda di: Pamela
Salve, si può rimanere incinta solo facendo preliminari? Se si è toccato il membro senza venire e poi ha toccato me c’è rischio di una gravidanza?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile Pamela,
dare inizio a una gravidanza in seguito a tipo di contatto che lei riferisce è pressoché impossibile. Per concepire occorre che gli spermatozoi risalgano dalla vagina fino alle tube, non vedo come avrebbero potuto fare il loro ingresso nel suo corpo visto che non c’è stata neppure eiaculazione. Stia tranquilla. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti