Sono incinta e sto bene: mi devo preoccupare?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 16/04/2021 Aggiornato il 16/04/2021

La gravidanza non è una malattia e il fatto che dia luogo a sintomi appena accennati o assenti è una gran fortuna e non un segnale di allarme.

Una domanda di: Claudia
Se tutto va bene dovrei essere a 10 settimane di gravidanza. È possibile non
avere sintomi eclatanti? Tutte le donne incinta che conosco soffrono di
forti nausee. Io le ho avuto fine all’8va settimana accompagnate da acidità,
mentre ora sono sparite ed è comparso un buon appetito. Ho solo stitichezza,
gonfiore addominale di sera e dopo i pasti, areole del seno più grandi e una
leggera stanchezza. Tutto sommato sto bene ma ho paura che la gravidanza
abbia dei problemi, i pochi sintomi sono legati ad un basso livello di
progesterone? Mi devo preoccupare?

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Ogni donna biologicamente risponde in modo diverso alle modificazioni ormonali della gravidanza
non solo, ma la medesima donna nelle varie gravidanze non risponde allo stesso modo. Il fatto che la nausea ed un eventuale vomito non siano diventati abituali e frequenti è una fortuna non da poco. In più riferisce tutta una serie di modificazione, che vanno dal seno all’appetito alla stanchezza alla stitichezza che sono tipiche di una gravidanza
quindi forse invece che pensare che qualche cosa non va io penserei che sta andando tutto per il meglio e che le sono stati risparmiati disturbi più importanti che peraltro non sono la regola. Vede, cara signora, la gravidanza non è una malattia ma una evenienza fisiologica che impone trasformazioni (normali e regolari) sia a livello fisico che psichico: lei sta affrontando un meraviglioso viaggio questo viaggio la porterà ad essere da donna a donna/mamma. Lo faccia bene senza patemi, che servono solo a toglierle o a diminuirle il gusto di diventare mamma.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti