Presenza di beta-hCG dopo un aborto: segnala una nuova gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 19/04/2022 Aggiornato il 19/04/2022

Solo il passare del tempo può svelare se il valore della gonadotropina corionica rilevato a due mesi da un aborto spontaneo, sia uno "strascico" della gravidanza interrotta o il segnale di una gravidanza appena iniziata.

Una domanda di: Adina
Salve dottoressa, spero di non disturbarla, avrei tanto bisogno di un suo consiglio, mi ha dato delle risposte che cercavo e mi sono sentita molto appogiata da lei. Non so se si ricorda di me…ho avuto un aborto il 20 febbraio (giorno dell’espulsione) giorno 7 marzo l’ormone beta-hCG era a 25, la mia ginecologa ha detto che non vale la pena di ripetere il dosaggio. Ho avuto una mestruazione il 20 marzo, adesso sono 2 giorni circa che ho sintomi di gravidanza tra cui urinare ogni 15 min contati. Ho fatto il test stamattina a due giorni prima del presunto arivo delle mestruazioni ed è risultato positivo ma molto lieve, ho fatto il dosaggio delle beta-hCG e sono a 6,5. Lei pensa che sia possibile che siano tracce della precedente gravidanza che si è interrotta? Oppure è possibile che io sia incinta ma che si è impiantato tra ieri e oggi? Come devo comportarmi? La mia ginecologa ha detto che è impossibile avere beta ancora in circolo dopo l’aborto: non riesco più a fidarmi di nessuno sono molto demoralizzata e siccome lei mi ha dato delle risposte che cercavo disperatamente spero mi dia una mano di nuovo, la ringrazio in anticipo, aspetto sue risposte.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, che bella responsabilità che mi affida. Guardi, le posso dire che da un certo punto di vista avendo lei avuto un aborto interno (quindi si era vista la camera gestazionale in utero e di conseguenza non si trattava né di gravidanza extrauterina né di gravidanza molare) non era così indispensabile accertarsi che le sue beta si azzerassero. Ora però siamo in una situazione ambigua in quanto potrebbe anche darsi che queste beta a 6,5 siano uno strascico ormonale della gravidanza precedente così come il primo bagliore di una nuova gravidanza. Direi che l’unico modo per sapere cosa le stia effettivamente accadendo è effettuare un ulteriore dosaggio delle beta (anche a una settimana di distanza, non c’è urgenza e un po’ di tempo d’intervallo potrebbe essere utile per vederle azzerate oppure in netto aumento). Le ricordo di continuare ad assumere acido folico e le faccio i miei auguri che finalmente possa coronare il suo sogno di diventare mamma…sarà ancora più bello di quanto si aspetta! Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti