Prima ecografia: può succedere che non si veda l’embrione?

Dottoressa Elisabetta Canitano A cura di Dottoressa Elisabetta Canitano Pubblicato il 31/08/2020 Aggiornato il 31/08/2020

In sesta settimana può capitare che l'ecografia non individui l'embrione perché ancora troppo piccolo. Proprio per risparmiarsi ansie è bene non precipitarsi a fare indagini prima della settima-ottava settimana.

Una domanda di: Eleonora
Le chiedo gentilmente una valutazione in merito alla mia situazione.
Ultima mestruazione: 11/07/2020, cicli irregolari, di solito 30 o 32 giorni. Unico rapporto completo il 26 luglio. Beta del 13/08 212, al 17 erano 1323, al 20 3668 e al
24 erano 10704. Secondo il calcolo dovrei essere di 6+5, ma ieri (27/08) ho effettuato eco dove si evidenzia camera regolare e in utero e sacco vitellino di 2 mm. Il ginecologo mi ha detto di rivederci tra 10 giorni e intanto di rifare beta a distanza di 48 ore. Ipotizzo di avere ovulato il 28/07 (ho visto del muco e dolore ad un ovaio) quindi dovrei essere stata al momento dell’eco di 6+2. Ci sta non aver visto embrione? Se le beta crescono ora posso stare serena secondo lei?
Grazie mille.
Elisabetta Canitano
Elisabetta Canitano

Gentilissima, si può stare tranquille, in generale, quando è visibile un embrione con battito cardiaco. Purtroppo il dosaggio della beta hcg dà un’indicazione precisa solo quando scende, perché è prodotto dalla piccola placenta iniziale, che ha una sua vita propria, quindi ci sono casi in cui la placenta è ancora funzionante la gravidanza non è evolutiva ma le beta-hCG continuano a crescere. Inoltre sia che crescano rapidamente, sia che crescano più lentamente, non vuol dire molto, perché l’andamento varia da persona a persona in modo sorprendente. In genere fare controlli molto presto, senza che ci siano motivi, come perdite di sangue e dolori, aumenta molto l’ansia senza una vera utilità, oltretutto l'”ecografia office”, cioè fatta durante la visita, può non essere esaustiva, a volte l’embrione di pochi millimetri non si vede. Non c’è ragione, ripeto, se non ci sono disturbi, quindi quando si sta bene, di andare a sottoporsi a esami sofisticati. Il mio consiglio è di aspettare questi dieci giorni chiudendo tutto: internet, consigli, richieste. E’ un momento magico l’inizio di una gravidanza, tenterei di essere ottimista. Mi sentirei inoltre di dire che lei, pur in questo periodo così difficile, è una donna fortunata, pensa al futuro, e programma una nuova vita.
Auguri auguri auguri di cuore, ci faccia sapere, facciamo il tifo per lei e per il suo bambino.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tic in una bimba di tre anni e mezzo

17/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

In presenza di tic che compaiono all'improvviso è buona regola prima di tutto effettuare alcuni specifici esami del sangue e un tampone faringeo per la ricerca dello streptococco.  »

Bimba di 18 mesi che non vuole più il latte

16/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

A svezzamento completato, il latte non è più indispensabile: come ottima alternativa c'è lo yogurt.   »

Una gravidanza dopo aver smesso l'”anello”: quanto ci vuole?

13/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisabetta Canitano

La possibilità di rimanere incinta dopo aver smesso la contraccezione ormonale varia da donna a donna: generalizzare non si può.  »

Fai la tua domanda agli specialisti