Primo vaccino a 3 mesi: è troppo tardi?

Professore Alberto Villani A cura di Professore Alberto Villani Pubblicato il 13/07/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Molte vaccinazioni andrebbero effettuate a partire dal 61° giorno di vita, ma è possibile anche spostare la data di un mese.

Una domanda di: Carmelinda
Salve, vorrei chiedere un parere per quanto riguarda le vaccinazioni. Ho
prenotato il primo vaccino per mia figlia per il 6 settembre e avrà già tre
mesi compiuti il 3 settembre. Sarà tardi per iniziare oppure va bene?

Alberto Villani
Alberto Villani

Le vaccinazioni devono essere effettuate rispettando quanto indicato nel Calendario del Piano Nazionale Prevenzione Nazionale che prevede la seguente tempistica:

1) vaccinazione anti-epatite B entro 24 ore dalla nascita (solo se la madre ha positività degli antigeni per l’epatite B)

2) vaccinazione anti-rotavirus a 6 settimane

3) nel corso del III mese di vita, ovvero dal 61° giorno di vita, è possibile effettuare le seguenti vaccinazioni:

a) esavalente (antipolio-difterite-tetano-pertosse-epatite B-emofilo influentiae B)

b) antipneumococco

c) antimeningococco B (preferibilmente a distanza di 2 settimane dagli altri 2 vaccini)

In ogni caso non c’è nessun problema se le vaccinazioni vengono effettuate dopo il compimento del 90° giorno.

Stia quindi tranquilla.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La “piaghetta” del collo dell’utero ostacola il concepimento?

05/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

L'ectropion della cervice non ostacola la possibilità di dare inizio a una gravidanza.   »

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti