Prodotto cosmetico a base di retinoidi: si può usare in gravidanza?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 24/06/2022 Aggiornato il 24/06/2022

Non dovrebbero esserci particolari rischi per il feto in seguito all'utilizzo di cosmetici contenenti vitamina A. Tuttavia per un principio di cautela è meglio evitarne l'impiego in gravidanza.

Una domanda di: Veruska
Sto pianificando una gravidanza e utilizzo un prodotto cosmetico a base di retinaldeide 0,1% (a-game di geek and gorgeous). Ne utilizzo una “pea-sized” (quantità delle dimensioni di un pisello n.d.r.) ogni sera. Vorrei chiederle se secondo lei rientra nelle dosi massime giornaliere di vitamina A. Inoltre nel caso la sua risposta fosse negativa,
riducendo la quantità dell applicazione, potrei aggirare il problema?
La ringrazio.

Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Veruska,
i derivati della vitamina A (retinoidi) sono poco assorbiti dopo l’applicazione sulla cute, quindi in dosi che non comportano un aumento del rischio di malformazioni nel feto.
Nonostante ciò, per maggior cautela durante la gravidanza è preferibile evitare l’uso di cosmetici contenenti retinoidi.
Dal momento che sta pianificando una gravidanza le raccomando, se già non lo stesse facendo, di assumere l’acido folico come prevenzione dei difetti del tubo neurale, alla dose giornaliera di 400 microgrammi. Questa integrazione vitamina dovrà proseguire fino alla fine del I trimestre di gravidanza.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che in seguito alla vaccinazione si possa trasmettere la malattia contro la quale si è stati vaccinati. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti