Progesterone prescritto nel secondo trimestre di gravidanza: è pericoloso?

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 11/01/2021 Aggiornato il 11/01/2021

Secondo gli studi di cui si dispone, in nessun trimestre di gravidanza ci sono rischi legati all'assunzione di progesterone.

Una domanda di: Simona
Oggi mi è stato prescritto dalla mia ginecologa il prometrium
200, sono a 16+3. Ho fatto una visita perché avvertivo fitte al basso ventre
dovute alla mia colite. Visita andata bene, cervicometria 36 mm, confermata
colite, ha comunque preferito prescrivermi il progesterone da assumere per 2
settimane.Ho letto che il prometrium dovrebbe essere assunto solo nel primo
trimestre di gravidanza. Volevo sapere se assumerlo nel secondo trimestre
può essere pericoloso e recare danni al bambino.
Grazie mille.
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Simona,
gli studi disponibili sull’uso del progesterone in gravidanza non hanno documentato un aumento dei rischi per il feto.
Il progesterone può essere prescritto anche nel corso del secondo e terzo trimestre di gravidanza, in alcuni casi di sospetto di minaccia di aborto e di minaccia di parto pretermine.
La valutazione spetta comunque alla ginecologa o al medico curante.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti