Prurito intimo senza causa: che fare?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 19/04/2022 Aggiornato il 26/04/2022

Una volta escluso con il tampone che un prurito insistente sia dovuto a un'infezione vaginale, si può ricorrere per alleviarlo a un gel a base di aloe.

Una domanda di: Lisa
Da 2 mesi circa ho avuto un forte stress. Una cistite curata con antibiotici. Ho fatto il tampone vaginale per la Candida e altri batteri: negativo. Ma ho sempre prurito. Ho usato lidocaina ma è solo peggiorato. Sto usando l’olio di mandorle puro per avere un po’ di sollievo, ma non so se faccio bene. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, c’è un rimedio contro un prurito come quello che lei descrive, cioè non legato a un’infiammazione batterica o da funghi, che può davvero dare grande sollievo. Si tratta di applicare su tutta la zona un gel a base di aloe vera (al 98%). Deve scegliere un prodotto senza profumo, che riporti la dicitura “dermatologicamente testato). L’applicazione deve essere generosa e deve avvenire più volte al giorno attraverso un leggero massaggio, dopo aver lavato la parte con acqua tiepida e un detergente oleoso studiato per l’igiene intima. La biancheria è meglio che sia di puro cotone. Di solito il sollievo è immediato e la situazione migliora con il trascorrere dei giorni. L’aloe migliora anche la lubrificazione vaginale, contrastando quella secchezza che favorisce irritazioni locali associate a prurito.  Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti