angeli stefania [uid:1335]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 05/09/2012 Aggiornato il 05/09/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: angeli stefania
Salve. Innanzitutto complimenti per il sito. Ho un dubbio. La mia piccola di 6 mesi la maggior parte delle volte piange come un'ossessa per addormentarsi. Perché? Mi sembra un po' irrequieta: per esempio il ciuccio se lo toglie e rimette in continuazione e deve fare sempre qualcosa. In più dorme nel lettone ma solo per il caldo: dal suo lettino con i paracolpi non passa aria, ma di giorno dorme anche due ore nel suo lettino. Che dice? Meglio farla abiture da adesso? Grazie e buon lavoro

I disturbi del sonno hanno molte cause diverse. Una visita accurata potrà escludere o evidenziare disturbi connessi a eruzioni dentarie in corso (durano pochi giorni), otiti, infezioni delle vie urinarie, intolleranze/allergie alimentari, reflusso gastroesofageo, adenoidi ipertrofiche (poco probabile per età), deficit produzione melatonina e cause psicologiche (frequenti nei bambini più grandi). I lattanti devono dormire nella propria culla o nel lettino con riduttore, supino con schienale inclinato a 30 gradi, in ambiente non sovrariscaldato, senza fumo, senza intense luci e senza forti rumori. L'uso del ciuccio nella fase di addormentamento è consentito. Questi sono i miei consigli. Esistono in commercio formulati di erbe rilassanti (Melissa, camomilla ecc.) da soli o accompagnati a melatonina (quando esiste un deficit di produzione di questo ormone frequente nel lattante). Ne parli con il suo pediatra. Non si usano sedativi nei bambini. Grazie per averci contattato e per i complimenti. 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Fai la tua domanda agli specialisti