Insonnia lattante

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/09/2012 Aggiornato il 11/09/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: ely2k
Salve, sono la mamma di un bambino di 3 mesi. Anch'io, come tanti genitori, ho difficoltà a farlo addormentare: durante la giornata non dorme per più di 2 ore totali… lo vedo stanco, piagnucola, è irritabile… allora lo coccolo un po', gli do un po' di latte, si addormenta, lo metto nel lettino e dopo 10 minuti si sveglia fresco come una rosa fino ad arrivare alle 22.30 che urla dal sonno. E così via con la solita routine: latte, coccole e alla fine stremato crolla. Si sveglia ogni notte a un'ora diversa, a volte all'una, a volte alle 3, di rado anche alle 4, ma una volta sveglio vuole il latte, cosi lo metto vicino a me e lui ne prende un po', dorme 20 minuti e poi si sveglia e cosi fino alle 8 di mattina. Insomma, sono stremata, ma soprattutto credo che non faccia bene a lui. Ogni sera gli faccio il bagnetto, un massaggino e ripeto sempre la stessa routine ma, purtroppo, lui prima delle 22.30-23.00 non si addormenta. Non so come fare, vorrei un consiglio per regolare un po' i suoi orari di sonno e cercare di farlo addormentare anche senza le mie braccia o la poppata. Lei cosa dice? Grazie

I lattanti allattati al seno hanno ritmi di poppata meno precisi di chi viene allattato artificialmente e spesso cercano la mammella anche per consolazione. Cosa consigliarle? Regolare i pasti finendo le poppate evitando gli spuntini: l'allattamento al seno è faticoso. Non usare la mammella come un ciuccio ma solo per l'alimentazione. Non tutti i bambini dormono le stesse ore. Di solito, comunque, crescendo le cose vanno meglio. Ne parli con il suo pediatra ed escluda che non ci siano altre cause organiche per cui non dorme, tra cui il reflusso gastroesofageo o un'infezione delle vie urinarie o fame perché prende poco latte… o altre valutabile con la visita e il controllo della crescita (peso e lunghezza). 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti