ritmo sonno-veglia

Dottoressa Nicole Bianchi A cura di Dottoressa Nicole Bianchi Pubblicato il 30/04/2012 Aggiornato il 31/07/2018

Risponde: Dottoressa Nicole Bianchi

Una domanda di: ganesch
Gentile dottoressa,
ogni anno ai cambi di stagione ho dei grossi problemi a dormire bene. In
particolare mi sveglio molto molto presto al mattino. Questo problema è
peggiorato da quando è nato mio figlio, ovvero dal momento in cui non ho
più avuto una notte di sonno tutto consecutivo. Che cosa mi consiglia? Come
posso riequilibrare il mio ritmo sonno-veglia? La ringrazio

Buongiorno,

È frequente che, proprio in concomitanza dei cambi di stagione, compaiano difficoltà ad addormentarsi, intermittenze fra sonno e veglia, incubi, risveglio mattutino prima del tempo previsto, o sonnolenza durante il giorno. Questo è riconducibile al fatto che il ritmo circadiano (ovvero il ciclo fisiologico di sonno-veglia che necessita il nostro organismo), durante i passaggi stagionali, subisca degli “scossoni” e ci sia bisogno di tempo per riabituarsi ai ritmi dettati dalla nuova stagione. Con la nascita di un figlio tutto questo è amplificato. Addirittura, fin dal periodo gestazionale, i ritmi di sonno e di veglia, possono subire variazioni degne di nota. Durante i mesi di gravidanza è facile svegliarsi più volte durante il sonno. Anche in questo caso il motivo è di ordine fisiologico (il feto spinge sulla vescica e si avverte inevitabilmente l’esigenze di urinare più di frequente); inoltre il fisico si prepara ai risvegli notturni del neonato, che chiederà il latte durante la notte. Cerchi di recuperare il più possibile il sonno, o il riposo, durante il giorno. Se riuscisse a farsi aiutare nella gestione di suo figlio, potrebbe prendere qualche momento, più o meno lungo, di tranquillità ristoratrice per il suo fisico. Vedrà che, riabituandosi a sentire la necessità del riposo, l’organismo le concederà, pian piano, un sonno prolungato durante le ore notturne. Non dimentichiamoci che il mestire di mamma ha bisogno anche di tanto riposo. Se lo conceda!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Problemi di linguaggio in bimbo di tre anni

21/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

A fronte di evidenti difficoltà di linguaggio, in un'età in cui ci si aspetta che il bambino sappia utilizzare un certo numero di parole e di frasi compiute, sono opportuni un controllo audiologico e una valutazione da parte del neuropsichiatra infantile.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti