Ginevra

Dottoressa Nicole Bianchi A cura di Dottoressa Nicole Bianchi Pubblicato il 12/04/2012 Aggiornato il 31/07/2018

Risponde: Dottoressa Nicole Bianchi

Una domanda di: ginevra
Buongiorno dottoressa,

mia figlia di 3 anni vuole stare sempre con il suo papà. Io ci rimango molto
male e faccio di tutto per ritagliarmi dei momenti tutti nostri. So che il
complesso di Edipo è una realtà ma mi chiedo se devo pazientare o se posso
intervenire in qualche modo? Grazie per la sua cortese risposta
Argomento: Psiche e comportamenti

Cara mamma,

Al di là delle teorie alla base dello sviluppo infantile, capisco il suo rammarico nel trovarsi a dover “contrattare” l’attenzione di sua figlia e nel vedere come, invece, riesca facile a suo marito riuscire in questa impresa. Forse le può servire sapere che, nei primi anni, i bambini oscillano di continuo, passando periodi di vere e proprie cotte mamma e per papà, rivolgendo la loro attenzione in modo elitario per l’uno, o per l’altra. In questo periodo la passione di sua figlia è rivolta verso il papà, ma vedrà che, fra non molto tempo, arriverà anche il suo turno. Questi comportamenti sono dettati dal forte bisogno dei bambini di scoprire e di iniziare il processo di identificazione. Questo avviene attraverso il costante scambio relazionale, in primis quello con i genitori. Perciò fa bene a pazientare, ma con una certa consapevolezza di ciò che sta accedendo alla piccola e a tutta la famiglia

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti