paura dell'estraneo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/07/2013 Aggiornato il 01/07/2013

Risponde: Dottoressa Alessandra Varotto

Una domanda di: prince
Buongiorno, sono la mamma di un bambino di quasi nove mesi. Il bimbo quando vede gente estranea inizia a piangere fino a mancare il respiro e io non so cosa fare. Può darmi dei consigli? La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.

Gentile Signora,
questa reazione di paura del suo piccolo non deve preoccuparla. È, infatti, un'ulteriore tappa dell'evoluzione dell'infante, che segna come il sorriso sociale, un ulteriore avanzamento delle sue capacità. Ora suo figlio è in grado di riconoscere se stesso come persona seprata dagli altri. Inutile quindi rimproverarlo se, di fronte a gente improvvisamente capitata in casa, il piccolo si mette a piangere fino a perdere il respiro. Come in tutte le diverse fasi di progresso, l'altra faccia dell'evoluzione è la paura. Se fin dai primi mesi le occasioni di incontrare volti nuovi sono state ricorrenti, questo processo sarà meno angosciante e il piccolo avrà maggiore facilità ad abituarsi a gente che non conosce.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti