Può iniziare una gravidanza dopo la chiusura chirurgica delle tube?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 26/04/2022 Aggiornato il 26/04/2022

Rimanere incinta dopo aver effettuato la chiusura delle tube è un'evenienza rarissima, ma non impossibile.

Una domanda di: Emanuela
Ho avuto 3 cesarei: durante l’ultimo o fatto la chiusura delle

tube. Da allora sono passati quasi due anni. Il mese scorso ho avuto le mestruazioni, a oggi le mestruazioni non sono ancora arrivate. È un problema? Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, la chiusura delle tube è un intervento di sterilizzazione irreversibile…fino a prova contraria. Mi spiego meglio.
In presenza di tube sezionate e chiuse è impedito il passaggio degli spermatozoi alla ricerca dell’ovulo da fecondare e pertanto il concepimento non può avvenire. In casi rarissimi, può accadere che il moncone di tuba reciso si ricanalizzi (ossia ritorni aperto al passaggio di spermatozoi) e che la gravidanza arrivi nonostante tutto. Direi che è una eventualità molto rara ma non impossibile e, dato che siamo in presenza di alterazioni dell’anatomia delle tube, la invito ad effettuare un test di gravidanza per poter eventualmente intervenire tempestivamente qualora l’impianto della stessa si verificasse al di fuori dell’utero.
Resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti