Quale procedura dopo un aborto spontaneo?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 26/04/2021 Aggiornato il 26/04/2021

Il modo con cui viene gestita un'interruzione spontanea della gravidanza dipende da molte variabili, quindi deve essere deciso di volta in volta in base alle caratteristiche del singolo caso.

Una domanda di: Anna
La mia gravidanza si è interrotta. Ho fatto la visita la settimana scorsa per capire il da farsi, sono
andata anche a farmi visitare in ospedale, sono a 10+3, e i due ginecologi
mi consigliano di attendere l’espulsione naturale senza raschiamento, io ad
oggi non ho nessuna perdita. Quanto tempo devo aspettare ancora? E se
aspetto correrò il rischio di qualche infezione?

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, quanto lei mi descrive non è sufficiente per definire con certezza il giusto approccio alla soluzione del suo problema. Infatti non è chiaro se la gravidanza è di 10 settimane +3 anamnestica ma con dei valori più piccoli (come se la gravidanza si fosse interrotta precedentemente) oppure se l’assenza del battito coincide con dei valori corretti per età gestazionale. Nel primo caso l’approccio farmacologico se non ci sono delle altre situazioni che lo controindicano potrebbe essere una prima scelta, nel secondo caso probabilmente quello chirurgico ma, deve tener presente che il controllo clinico potrebbe dare la preferenza una tecnica rispetto all’altra per condizioni che ovviamente io non posso valutare. Credo che il ginecologo che la sa seguendo le abbia dato delle tempistiche e fissato una data per ricontrollare la situazione. Se così non fosse lo contatti per avere ragguagli precisi sul da farsi. Sperando di esserle stato utile la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti