Quale procedura dopo un aborto spontaneo?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 26/04/2021 Aggiornato il 26/04/2021

Il modo con cui viene gestita un'interruzione spontanea della gravidanza dipende da molte variabili, quindi deve essere deciso di volta in volta in base alle caratteristiche del singolo caso.

Una domanda di: Anna
La mia gravidanza si è interrotta. Ho fatto la visita la settimana scorsa per capire il da farsi, sono
andata anche a farmi visitare in ospedale, sono a 10+3, e i due ginecologi
mi consigliano di attendere l’espulsione naturale senza raschiamento, io ad
oggi non ho nessuna perdita. Quanto tempo devo aspettare ancora? E se
aspetto correrò il rischio di qualche infezione?

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, quanto lei mi descrive non è sufficiente per definire con certezza il giusto approccio alla soluzione del suo problema. Infatti non è chiaro se la gravidanza è di 10 settimane +3 anamnestica ma con dei valori più piccoli (come se la gravidanza si fosse interrotta precedentemente) oppure se l’assenza del battito coincide con dei valori corretti per età gestazionale. Nel primo caso l’approccio farmacologico se non ci sono delle altre situazioni che lo controindicano potrebbe essere una prima scelta, nel secondo caso probabilmente quello chirurgico ma, deve tener presente che il controllo clinico potrebbe dare la preferenza una tecnica rispetto all’altra per condizioni che ovviamente io non posso valutare. Credo che il ginecologo che la sa seguendo le abbia dato delle tempistiche e fissato una data per ricontrollare la situazione. Se così non fosse lo contatti per avere ragguagli precisi sul da farsi. Sperando di esserle stato utile la saluto con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo nato prematuro con broncodisplasia severa: quando potrà fare a meno dell’ossigeno?

19/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Non è quasi mai possibile prevedere quando un piccolissimo con un severo problema all'apparato respiratorio potrà rinunciare al supporto dell'ossigeno.   »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti