Quando è avvenuto il concepimento?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 21/08/2019 Aggiornato il 21/08/2019

Le misure del feto rilevate dall'ecografia permettono di datare la gravidanza con molta precisione, quindi anche di individuare con un buon margine di sicurezza il giorno del concepimento.

Una domanda di: Alessandra
Le scrivo per un consulto sulla data del concepimento.
Da due anni registro l’andamento del ciclo mestruale con una app: la media del mio ciclo è 28 giorni, con piccole oscillazioni (25-30) nell’arco di
questi due anni (negli ultimi mesi la media è 28).
L’ultima mestruazione è stata il 14/02.
Il 26/02 (nel periodo fertile indicato dall’ app) ho avuto un rapporto non protetto, con eiaculazione interna alla prima penetrazione.
Il giorno 08/03 ho avuto un rapporto di circa un minuto, senza eiaculazione (è probabile ci sia stato liquido preseminale), che è avvenuta esternamente
e manualmente a distanza di almeno venti minuti.
Il 14/03 (giorno previsto per l’arrivo del ciclo) ho effettuato il test di gravidanza (positivo) e successivamente il beta hcg (il 19/03 aveva un
valore di 593; il 26/03 aveva un valore di 7694): ora sto portando a compimento la gravidanza.
In data 06/04 il valore CRL era pari a 9.9 mm.
In data 03/05 era pari a 45mm.
E in data 14/05 il valore CRL era pari a 69 mm.
Vorrei chiederle se può aiutarmi a capire quando può essere avvenuto il concepimento: con il primo o con il secondo rapporto? Grazie per la
risposta.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, dai dati esaustivi che mi ha indicato direi che possiamo essere ragionevolmente certi che il suo concepimento è avvenuto grazie al rapporto completo del 26 febbraio. Infatti tutte le misure ecografiche che mi ha riportato sono coerenti con quella data. Se prendiamo per ipotesi come data del concepimento il rapporto dell’8 di marzo, risultano tutte fuori scala per eccesso, a conferma che il “fagiolino” era più grande del previsto in quanto era stato concepito da più tempo. Immagino che sulle ecografie da lei effettuate i miei colleghi abbiano riportato non solo la data della sua ultima mestruazione, ma anche quella della data presunta del parto. Ebbene, se il concepimento è coerente con la data dell’ultima mestruazione, nel suo caso arriviamo a termine in data 23 novembre (giorno più, giorno meno…tanto poi decidono loro quando sono pronti!)
Viceversa, se ci fosse stata una discrepanza e quindi il concepimento fosse avvenuto in ritardo rispetto alla sua ultima mestruazione, si sarebbe posto il tema di ridatare la gravidanza ecograficamente e, assumendo come rapporto fecondante quello dell’8 marzo, il suo termine sarebbe slittato al 1° di dicembre, cosa che dubito fortemente le sia stata prospettata.
Spero la notizia sia motivo di conforto per lei e le auguro una serena dolce attesa.
Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti