Quando la seconda gravidanza dopo un cesareo?

Dottor Gaetano Perrini
A cura di Dottor Gaetano Perrini
Pubblicato il 20/08/2019 Aggiornato il 20/08/2019

Aspettare almeno un anno per una seconda gravidanza: è questa l'indicazione di massima che viene data alle donne che sono state sottoposte a taglio cesareo.

Una domanda di: Carolina
Ho 26 anni e sono mamma di una bimba di 8 mesi. Mi chiedevo quale fosse il tempo minimo che deve trascorrere tra un parto con taglio cesareo e l’inizio di una nuova gravidanza in cui si potrà tentare il travaglio di prova e possibilmente un parto naturale.
Vi ringrazio per la vostra attenzione, a presto.

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Gentile signora,
in linea di principio in seguito a un’ isterotomia (incisione dell’utero) per cesareo o altro (per esempio, asportazione di fibromi) viene considerato prudente attendere 12/18 mesi prima di affrontare una gravidanza. Questo vale in generale, ma ogni caso è a sé ed è sempre meglio consultarsi con il proprio ginecologo curante, che conosce perfettamente la situazione, specialmente se si desidera che il secondo parto, successivo a un cesareo, avvenga per via naturale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Esposizione alla diossina: quali rischi per il feto?
16/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Durante la gravidanza, l'esposizione alla diossina non è particolarmente rischiosa per il bambino.  »

Bimba che sta attraversando i “terribili due anni”
03/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

A due anni il bambino può diventare terribile. E' una fase della crescita sana e naturale che si può affrontare senza soccombere. Basta sapere come è meglio fare.   »

Vaccinazione DTP: è da fare in gravidanza?
02/09/2019 Gli Specialisti Rispondono

Oggi viene considerato opportuno sottoporre le donne incinte al richiamo vaccinale contro difterite, tetano e pertosse affinché il nascituro possa contare su anticorpi sufficienti a proteggerlo, nei primi mesi di vita, dalle tre malattie.   »

Fai la tua domanda agli specialisti