Quando una gravidanza in seguito a un aborto?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 02/03/2021 Aggiornato il 02/03/2021

In linea teorica, se l'aborto spontaneo non ha imposto il raschiamento, si può subito cercare un'altra gravidanza.

Una domanda di: Alessandra
Mi trovo di nuovo qui per aggiornarla sulla mia situazione: a 11 settimane più 3 giorni ho avuto un aborto
spontaneo. Dopo che sembrava che l’embrione si fosse ripreso da bradicardia
e la camera gestazionale che era piccola finalmente fosse di dimensioni
normali, ho perso il mio piccolo. Una settimana prima di espellerlo
naturalmente, ho iniziato con perdite ematiche costanti e poi, dopo l’espulsione,
ho continuato con un vero e proprio ciclo. La mia domanda è: se l’aborto è
avvenuto naturalmente, posso cercare subito una gravidanza? Grazie.
Dottoressa, attendo una sua (come sempre rincuorante) risposta.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Buongiorno Alessandra, mi rincresce che la sua gravidanza si sia interrotta proprio alla fine del primo trimestre, quando ormai sembrava aver passato la fase più critica… E’ un dolore grande quello che si prova, lo so bene e le sono vicina: come dice il proverbio “i figli sono pezzi del nostro cuore” e anche per questo è così difficile separarcene. Sono certa che lei e il suo compagno lo affronterete nel modo migliore, facendovi forza a vicenda.
Capisco che lei desideri affrontare nuovamente l’avventura di una gravidanza e le posso dire che dal punto di vista medico in teoria non ci sono controindicazioni a cercarla dato che l’aborto è stato completo e non ha richiesto l’esecuzione del raschiamento uterino.
Non so se per lei fosse la prima gravidanza o magari avesse già avuto un aborto in precedenza…se così fosse, sarei dell’idea di aspettare a ricercare il concepimento nuovamente per fare degli approfondimenti attraverso degli esami del sangue, in modo da capire se ci siano degli ostacoli ad una nuova gravidanza (mi riferisco allo screening trombofilico, eseguibile in donne con almeno due aborti spontanei pregressi).
Vi auguro di poter presto realizzare il vostro sogno di diventare genitori, magari anche grazie all’aiuto del vostro angioletto in Paradiso…
A presto, forza e coraggio.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti