Quanto formaggio e quanto prosciutto a 19 mesi?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 03/08/2020 Aggiornato il 03/08/2020

Esistono quantità indicative di prosciutto e formaggio che è bene conoscere per evitare che il bambino ne mangi troppi.

Una domanda di: Michela
Ho due domande da porvi: quanto formaggio può mangiare alla settimana un bambino di 19 mesi, tenendo presente che non beve latte e mangia mezzo yogurt al giorno? Quante fette di prosciutto senza nitriti né polisfosfati si possono dare alla settimana?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora, i formaggi dovrebbero comparire in due porzioni settimanali in quantità variante dai 30 ai 60 grammi in base alle calorie fornite (notoriamente il formaggio parmigiano stagionato è più calorico di una ricottina).
Se il bambino assume poco yogurt e niente latte, si possono aumentare le dosi, però bisogna ricordare che i formaggi non sono solo delle fonti proteiche , ma contengono anche grassi, Sali minerali, come del resto il latte e lo yogurt. Direi che una porzione in più di formaggi potrebbe in parte equilibrare la carenza di proteine e grassi proveniente dalla assenza di latte.
Ricordi che l’assenza di latte porta a scarsa assunzione di calcio, per cui si può implementare l’assunzione di acqua ricca in questo minerale. Mediamente i 20 grammi di prosciutto cotto sgrassato e senza polifosfati corrisponde ad una fetta. Tre fette di prosciutto alla settimana sono quelle che potrebbero essere utilizzate per una porzione di origine proteica come alternativa a carne di pollo o a formaggi, ecc.È ovvio che questa quantità prevede una rotazione equilibrata con altri piatti dove appunto sono presenti fonti alimentari proteiche.
Se poi si è in vacanza e una scampagnata prevede panini imbottiti, il prosciutto cotto può essere utilizzato più spesso in sostituzione di altra fonte proteica.
Difficile invece prevedere una dose massima settimanale indipendente da un discorso di alimentazione sana ed equilibrata. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti