Questione di gruppo sanguigno

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 11/12/2020 Aggiornato il 22/01/2023

Se il gruppo sanguigno del figlio risulta non compatibile con quello dei genitori, prima di tutto è opportuno ripetere l'analisi del sangue su tutti e tre per verificare che non vi siano stati errori di classificazione.

Una domanda di: Magdalena
Salve io e mio compagno abbiamo come gruppo sanguigno O positivo e il bimbo ha il gruppo A: è normale che accada?
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, direi che non mi tornano i conti…per quanto ne sappia, da due genitori con gruppo sanguigno zero non può nascere un bambino di gruppo A. Data la delicatezza dell’argomento, prima di mettere in dubbio la reciproca fedeltà della vostra coppia, sarei dell’idea di verificare con precisione che effettivamente i vostri gruppi siano quelli e in secondo luogo tener presente che se il bambino in questione è un neonato, il suo gruppo sanguigno effettuato in occasione della nascita da prelievo su cordone ombelicale va preso “con le pinze” e verificato ulteriormente…potrebbero esserci delle sorprese! Spero di esserle stata di aiuto, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti