Ragazzino di 13 anni con problemi di disequilibrio

Dottor Aldo Messina A cura di Dottor Aldo Messina Pubblicato il 26/05/2023 Aggiornato il 26/05/2023

La sensazione illusoria di camminare su una barca in movimento in ambito otorinolaringoiatrico viene definita "disequilibrio". Si tratta di una condizione che richiede vari approfondimenti.

Una domanda di: Anna
Mio figlio 13 anni soffre di vertigini (sensazione soggettiva, forti difficoltà a scendere le scale, correre, andare sui mezzi) da gennaio, RM con MDC encefalo negativa, si rileva solo una anomalia settori circolari vestibolari congenita. Emocromo nella norma, sintomatologia da soggetto allergico con allergie non ancora rilevabili da esami effettuati ma positiva la reazione all’uso di antistaminico. Porta apparecchio dentale per differenza mandibola/mascella e morso sfalsato. Esami vestibolari negativi. Terapia con Nootropil senza risultato, idem con compresse da 20 mg di Verizina. Volevo chiedere se ha avuto esperienza in casi simili e se ci sono altri approfondimenti da poter fare, potrebbero essere psicosomatiche? Ringrazio per i consigli.
Aldo Messina
Aldo Messina

Gentilissima, prima di tutto occorre distinguere la vertigine che va intesa esclusivamente come sensazione di rotazione e/o di movimento dell’ambiente, dal disequilibrio che si identifica come la sensazione illusoria di camminare su una barca in movimento o su un materasso. Tralasciamo il concetto di instabilità. Da quello che scrive mi sembra di capire che questo ragazzino figlio lamenti più che vertigini sia interessato da un disequilbrio. Pertanto è verosimile che la non meglio specificata anomalia dei canali semicircolari non abbia alcuna importanza. A conferma di questo, l’esame vestibolare negativo. Altamene opportuna la valutazione della disfunzione dell’articolazione temporomandibolare e pertanto utile seguire, se prescritto, l’iter ortodontico. A completamento, effettuerei uno studio della motilità oculare e la valutazione dell’eventuale presenza di astigmatismo (problema comune dovuto alla particolare forma della cornea). Infine sarebbe opportuno sapere se c’è familiarità per emicrania. Parlare di terapia è prematuro. La terapia è l’ultimo tasello di questo percorso che a mio avviso va affrontato e completato. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti