Rapporti non protetti nei giorni fertili: può iniziare una gravidanza?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 09/06/2022 Aggiornato il 09/06/2022

È una certezza: una donna fertile che ha rapporti non protetti nei giorni dell'ovulazione può dare inizio a una gravidanza. Ma non è detto che questo accada con sicurezza matematica: a volte è possibile ci vogliano alcuni mesi prima di rimanere incinta, anche in assenza di particolari problemi.

Una domanda di: Frafra
Ho avuto un rapporto non protetto il 2 giugno 2022 ed era il mio giorno fertile. Ad oggi sono un po’ di giorni che sento tensione al basso ventre e non riesco ad andare in bagno. Vorrei sapere se posso essere incinta e se posso già fare il test. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile Francesca, una donna giovane (come penso lei sia) in età fertile che ha un rapporto sessuale nel periodo dell’ovulazione (periodo fertile) può senza ombra di dubbio rimanere incinta perché è proprio così che, se non ci sono problemi che rendano necessario il ricorso alla procreazione medicalmente assistita, iniziano le gravidanze. Quindi alla sua prima domanda rispondo sì, potrebbe essere incinta. Ma potrebbe anche non esserlo, perché il corpo della donna non funziona come un computer, non basta premere un pulsante per ottenere che si accenda. Si stima che una donna giovane abbia circa il 30 per cento di probabilità di rimanere incinta per ogni ciclo mensile, quindi per ogni ovulazione. Una coppia giovane e sana di norma entro un anno di tentativi riesce a concepire. A volte, quindi, possono trascorrere anche alcuni mesi prima che il concepimento avvenga.  Per quanto riguarda i sintomi che lei riporta si può escludere che a sette giorni dal rapporto siano in relazione con una gravidanza e questo vale anche se il concepimento è avvenuto. A proposito del test, direi che è un po’ presto per effettuarlo: l’ideale, per essere sicuri del risultato, è eseguirlo a partire dal primo giorno di eventuale ritardo delle mestruazioni. Va bene quello che si esegue sulle urine, con l’apposito kit fai-da-te. Dopodiché, se il risultato fosse positivo le consiglio di non iniziare l’iter dei dosaggi dell’ormone beta-hCG nel sangue, che impone vari prelievi. Una volta appurato con il test effettuato sulle urine che la gravidanza è iniziata basta così per quanto riguarda le analisi. Prenoti invece, con calma, il primo controllo ginecologico con ecografia, che le consiglio vivamente di non affrontare prima della sesta settimana finita. Diversamente c’è la possibilità che in utero non si veda nulla, nonostante magari vada tutto bene. Le ricordo di assumere l’acido folico nella dose di una compressa al giorno da 400 microgrammi: serve a prevenire gravi malformazioni del bambino. Va preso per tutto il periodo della ricerca della gravidanza fino almeno al termine del primo trimestre. Infine, mi permetto di consigliarle di rallentare, di adeguare i suoi ritmi a quelli della natura: la gravidanza è lunga, meglio avere meno fretta. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tintura dei capelli: fa male in gravidanza?

20/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non esistono più in commercio prodotti per tingere i capelli dannosi in gravidanza, quindi si possono usare tranquillamente. E quetso vale anche in allattamento.   »

Gemelli: è possibile averli solo se c’è familiarità?

20/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

La gravidanza gemellare non è affatto legata alla familiarità, ma è un evento occasionale che può riguardare qualsiasi donna,   »

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Fai la tua domanda agli specialisti