Rapporto non protetto a un mese e mezzo dal parto: posso essere incinta?

Dottoressa Elisabetta Canitano A cura di Dottoressa Elisabetta Canitano Pubblicato il 01/08/2022 Aggiornato il 01/08/2022

Se si allatta esclusivamente al seno, dopo meno di due mesi dal parto si è protetti da una gravidanza. Tuttavia da questo momento in avanti conviene prendere precauzioni contraccettive, se non si vuole rimanere incinta.

Una domanda di: Elena
Ho partorito da un mese e mezzo, allatto esclusivamente al seno. Oggi per la prima volta abbiamo
avuto un rapporto, non pensavamo di riuscire ad avere un rapporto completo visto che ho ricevuto tanti punti. Invece ci siamo fatti prendere la mano e abbiamo avuto un rapporto non protetto. Consiglia di assumere la pillola del giorno dopo per sicurezza?
La ringrazio anticipatamente.
Elisabetta Canitano
Elisabetta Canitano

Cara Elena,
se allatta davvero esclusivamente non c’è problema, si calcola che per i primi mesi l’allattamento assoluto protegge perché inibisce l’ovulazione. Se però per qualsiasi motivo si salta la poppata della notte il meccanismo può rimettersi in moto. Mi sentirei quindi di consigliarle di utilizzare già dalla prossima volta un sistema contraccettivo meccanico (preservativo) o la pillola compatibile con l’allattamento. Cordiali saluti e auguri per il bambino.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti