Ridatazione della gravidanza con l’ecografia

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 14/09/2018 Aggiornato il 14/09/2018

E' possibile che dai controlli ecografici emerga che il bambino è più grande o più piccolo di quello che dovrebbe in base ai conteggi che si effettuano "per convenzione" per datare la gravidanza.

Una domanda di: Elettra
Ho bisogno di capire se puo essere normale che la mia gravidanza sia stata ridatata a 5+5.
In ordine: primo test positivo a 28 giorni dall’ultima mestruazione. Prima ecografia che rileva camera e sacco vitellino, a 6+1 segue invio a centro specialistico causa piastrinopenia nota da anni (31.000 ), quindi ecografia a 8+1 che rileva un embrione di 3,7mm con cuore pulsante. Camera gestazionale normoconformata, ridatazione: 5+5.
Ho paura che questo esserino sia cresciuto troppo poco. Realisticamente cosa debbo attendermi?
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Cara signora, la gravidanza inizia generalmente con il concepimento che avviene in fase ovulatoria. Normalmente l’ovulazione avviene intorno al 14º giorno e pertanto si dà per scontato nei conteggi dell’epoca di gravidanza che tutto coincida. Così si fa per convenzione. Tuttavia la donna può ovulare non in 14ª giornata ma più avanti o prima,
pertanto al controllo ecografico i valori potrebbero non coincidere con quelli ricavati dai conteggi ed e’ necessario quindi datare la la gravidanza in base a quello che emerge.
Generalmente per convenzione si ridata per multipli di sette giorni, cioè per settimane di gravidanza.
Questo significa che dieci giorni di differenza diventano sette giorni, mentre 5 giorni di differenza non rendono opportuna la ridatazione.
Quindi nel suo caso penso che si tratti solo di una ridatazione (avra’ ovulato in un momento diverso dal previsto ) non di un problema di scarsa crescita del suo bambino.
Auguroni !

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti