Ritardo delle mestruazioni non giustificato da una gravidanza

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 07/11/2023 Aggiornato il 18/02/2024

In caso di amenorrea (assenza delle mestruazioni) prolungata, una volta esclusa la gravidanza per capire cosa sta accadendo possono bastare gli esami del sangue per i dosaggi ormonali.

Una domanda di: Manuela
Salve dottore, vorrei chiederle un parere medico perché è da settimane che ho l’ansia a causa del ritardo del ciclo. Ho avuto le mestruazioni il 12 settembre per 5 giorni, da quel giorno non è più arrivato. Premettendo che ho sempre cicli irregolari (con ritardi anche di 4 giorni), ho preferito fare due test di gravidanza (uno con esito negativo, l’altro positivo a distanza di un giorno). Sono andata dal ginecologo e facendo Pap test ed ecografia transvaginale, ha scoperto che avevo un’infezione e microcisti ovariche. Mi ha prescritto le analisi del sangue per vedere se fossi incinta e il 24 ottobre mi sono recata al centro analisi e ha dato esito negativo. Posso dunque stare tranquilla e scartare la possibilità che ci sia una gravidanza? Perché il test di gravidanza ha dato esito positivo mentre le analisi del sangue esito negativo? Devo preoccuparmi per questo ritardo così lungo? La ringrazio per l’attenzione.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Manuela, questo ciclo non può tardare per una gravidanza, rara eccezione sarebbe una concentrazione di ormone così piccola da non risultare positivo al test. Un test di gravidanza sulle urine tra una settimana e più che sufficiente e poi i controlli ormonali, che il suo curante le richiederà, possono chiarirci il perché di questo pausa mestruale. Tenga presente che potrebbe essere un disturbo della sfera psicologica, un dispiacere, un esame andato male, il malessere di una persona cara, ma i dosaggi ormonali aiutano a fare una diagnosi. Mi faccia sapere.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti