Ritardo mestruale: cosa può essere?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 12/09/2018 Aggiornato il 12/09/2018

A fronte di un ritardo mestruale per prima cosa è bene effettuare il test di gravidanza. Vale naturalmente solo per chi è in età fertile e ha una vita sessuale attiva.

Una domanda di: Emanuela
Sono una ragazza di diciannove anni. A 14 anni ho avuto il mio primo mestruo, sono sempre stati molto irregolari. Da quando ho avuto il mio primo rapporto, sì è regolarizzato tanto da venirmi sempre puntuale come un orologio il 5 di ogni mese.
Il mese settembre ossia questo, il mio ciclo è in ritardo di tre giorni.
Ho perso all’incirca cinque chili ma non riesco a spiegarmi il motivo di questo ritardo.
La ringrazio attendo notizie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile lettrice,
in caso di ritardo delle mestruazioni in una ragazza in età fertile che ha rapporti sessuali è necessario in primo luogo effettuare il test di gravidanza (va bene anche quello fai-da-te da eseguire sulle urine). Se il risultato è negativo si può pensare ad altro: in effetti anche una perdita di peso repentina può influenzare la regolarità del ciclo mestruale. Tuttavia, è sempre consigliabile effettuare una visita ginecologica (ed eventualmente un’ecografia), perché solo in questo modo diventa possibile capire la ragione dell’irregolarità. Si tranquillizzi comunque perché non è certo raro nelle ragazze che si verifichino dei “salti” delle mestruazioni privi di significato dal punto di vista medico, anche se per precauzione è sempre bene approfondire. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti