RM e ricerca della gravidanza: ci sono rischi?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 03/08/2020 Aggiornato il 03/08/2020

Può essere opportuno rimandare la ricerca di una gravidanza a dopo aver effettuato una risonanza magnetica nucleare con mezzo di contrasto.

Una domanda di: Anna
Salve io il 7 agosto dovrei fare una risonanza pelvica con mezzo di contrasto….il prossimo ciclo lo avrei 20agosto. La mia domanda è: per
questo mese interrompo la ricerca o eventualmente non farebbe male al feto? Grazie.

Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, in linea di principio la risonanza magnetica senza mezzo di contrasto non determina danni al prodotto del concepimento però si ritiene prudente evitarlo nel primo trimestre di gravidanza. In più lei la farà con mezzo di contrasto il che lo rende sconsigliabile, anche se è vero che nel suo caso potrebbe valere il concetto del “tutto o del nulla nella bassa età gestazionale” che significa che qualsiasi fattore esterno diagnostico o farmacologico può determinare un danno totale (interruzione della gravidanza ) oppure, se la gravidanza prosegue, nessun danno. Per questo si chiama così :del tutto (interruzione spontanea della gravidanza), del nulla (non accade niente e la gravidanza evolve normalmente).
A mio parere, visto che lei sta programmando un esame che effettuerà in periodo fertil potrebbe essere corretto evitare la ricerca proprio ora, per riprenderla il prossimo mese. Le ricordo di assumere acido folico per tutta la ricerca della gravidanza, fino almeno al termine del primo trimestre: 1 compressa da 400 microgrammi al giorno. Serve a prevenire la spina bifida del feto.
Buona giornata.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Ansia alla vigilia del parto

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un'ansia lieve è normale in vista del parto. Solo se presenta le caratteristiche di un disturbo psichiatrico è necessario chiedere aiuto a uno specialista.  »

Seno gonfio in una piccolissima

16/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un lieve rigonfiamento delle mammelle è fisiologico nei primi mesi di vita: è definito "telarca dei neonati".  »

Fai la tua domanda agli specialisti