RMN e ricerca della gravidanza

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 04/02/2021 Aggiornato il 04/02/2021

Ci si può tranquillamente sottoporre a una risonanza magnetica nucleare anche nel periodo in cui si cerca di dare inizio a una gravidanza.

Una domanda di: Giovanna
Sono alla ricerca di una gravidanza ma mercoledì 10/02 dovrò sottopormi ad
una RMN con contrasto per sospetta endometriosi.
Sto monitorando l’ovulazione e oggi risulta il picco con stick clearblu
quindi l’ovulazione è vicina.
Anche se difficile, tento da più di anno, se riuscissi a beccare l’ovulo
questa volta sarebbe un problema per l’esame di mercoledì? Le beta il giorno
prima potrebbe tranquillizzarmi?
La ringrazio anticipatamente.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
la risonanza magnetica nucleare non è un problema anche in gravidanza. Può tranquillamente avere rapporti liberi. Non serve poi fare un dosaggio delle beta-hCG dopo pochi giorni dall’ovulazione: se una gravidanza inizia le beta si positivizzano dopo 10-12 giorni. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti