Sanguinamento anomalo a 51 anni

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 23/11/2022 Aggiornato il 23/11/2022

In prossimità della menopausa, è necessario indagare per scoprire l'origine di eventuali perdite di sangue.

Una domanda di: Anna
Buongiorno dottoressa, ho 51 anni e fine settembre ho subito embolizzazione per dei fibromi uterini sintomatici. Appena arrivato il primo ciclo è stato ancora emorragico per cui mi è stato prescritto Progeffik cp x 10 giorni, dopo diversi giorni il ciclo finalmente si è arrestato. Una volta sospeso mi è arrivato il secondo ciclo e tutto ok. Ora sono al terzo ciclo iniziato il 10/11 e ogni 2 giorni si presentano perdite rosso vivo con coaguli, assumo Tranex e si arresta x un paio di giorni per poi ripresentarsi il problema. Continuo ad assumere progesterone e sono molto avvilita. Grazie dottoressa se mi risponderà. Buona giornata.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, capisco il suo avvilimento visto che ha da poco subito un intervento sull’utero e già accarezzava l’idea di avere dei cicli mestruali non più emorragici. Guardiamo al positivo: lei ha ancora il suo utero e ha 51 anni per cui al traguardo della menopausa non dovrebbe mancare ormai molto. Detto questo, anche se di sicuro lei avrà fatto parecchi controlli ginecologici prima di sottoporsi all’embolizzazione dei fibromi, mi sembra opportuno che lei sia valutata ancora ecograficamente dai miei colleghi (magari gli stessi da cui ha già effettuato l’intervento, che quindi la conoscono già). Io presumo che i suoi fibromi si siano “prosciugati” e che quindi non siano più responsabili del sanguinamento atipico che sta rilevando ora. Magari ora la colpa è dell’endometrio che si è ispessito troppo e non permette all’utero di pulirsi come di consueto. Sto azzardando un’ipotesi, naturalmente, solo per dirle che bisogna trovare una spiegazione a questi cicli così abbondanti nonostante l’intervento pregresso e la terapia farmacologica con Progeffik e Tranex. Mi tenga aggiornata se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti