Sanguinamento dopo l’impiego di ovuli vaginali

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 24/01/2022 Aggiornato il 24/01/2022

A volte è sufficiente inserire gli ovuli senza l'apposito applicatore per evitare sanguinamenti.

Una domanda di: Ivana
Salve dottoressa, le avevo gia scritto in merito a delle perdite dopo un

rapporto sessuale in gravidanza. Ho fatto un controllo con il medico: la

gravidanza procede bene e il ginecologo mi ha prescritto degli ovuli con

applicatore. Dopo il terzo ho cominciato ad avere perdite ematiche

abbondanti. Sono stata in ospedale: il battito fetale c’era ancora, l’utero era

ben chiuso ed il medico ha attribuito il sanguinamento a due fibromi che

avevo anche prima di questa gravidanza. Mi ha dato progefik e tranex per 15

giorni. Lei cosa ne pensa? Può essere il solito capillare che si rompe o ha

ragione il medico? Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, scusi ma non mi è chiaro che tipo di ovuli le abbia prescritto il ginecologo.
Magari si trattava di ovuli disinfettanti o antibiotici come ad esempio Meclon o Gynocanesten?
In tal caso il sanguinamento potrebbe essere dovuto ad uno stato infiammatorio a livello vaginale.
A mio avviso i fibromi possono più facilmente essere causa di contrazioni uterine premature piuttosto che di sanguinamenti.
Dato che l’applicatore è comunque uno strumento rigido, mi permetto di suggerirle di inserire gli ovuli senza utilizzare l’applicatore ma semplicemente bagnandoli con un po’ d’acqua e inserendoli manualmente con delicatezza.
Spero di esserle stata di aiuto, abbia fiducia che tutti questi sforzi saranno ampiamente ripagati dalla sua creatura.
Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti