Sanguinamento dopo un mese dal cesareo

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 08/05/2024 Aggiornato il 08/05/2024

La comparsa di perdite simili alle mestruazioni a circa 33 giorni da un cesareo potrebbe essere dovuta al capoparto. Questo è possibile soprattutto se la neo mamma non sta allattando al seno.

Una domanda di: Hasna
Un mese fa ho partorito con taglio cesareo. Oggi sono a un mese + tre giorni dall’intervento e ho delle perdite rosse. Sono preoccupata: non ho ancora fatto la visita giecologica post parto e l’appuntamento è molto lontano. Cosa faccio? Grazie.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, lei non me l’ha precisato, ma immagino le perdite siano di sangue e dalla vagina (non dalla sutura del cesareo). Direi che mi mancano comunque alcuni elementi. Sarebbe interessante sapere se sta allattando o meno, quanti anni ha e l’entità delle perdite (ossia se sono scarse oppure abbondanti come o più di una mestruazione). Ad ogni modo, potrebbe anche darsi che il ciclo le sia già tornato (si chiama capoparto la prima mestruazione dopo il parto) e questo significa che le sue ovaie hanno ripreso la loro attività. Magari non sta allattando al seno (dopo un cesareo non sempre arriva il latte, soprattutto se è un primo figlio oppure una figlia femmina, più delicata nell’attaccarsi) oppure il suo bimbo dorme tutta la notte… Sono infatti soprattutto le poppate notturne che stimolano la produzione di prolattina, ormone che sostiene l’allattamento al seno e solitamente ostacola la ripresa del ciclo mestruale. In parole povere, anche se ha partorito soltanto da un mese, il suo corpo si sta già preparando per una nuova gravidanza! Dato che lei ha subito un cesareo, mi raccomando di ritardare un successivo concepimento per alcuni mesi, in modo da dare al suo utero il tempo necessario per riprendersi bene dall’intervento pregresso. Alla visita di controllo le daranno tutte le indicazioni del caso in tal senso, nel mentre sarebbe meglio astenersi dai rapporti sessuali o comunque avere rapporti protetti. Se invece le perdite ematiche dovessero avere cattivo odore oppure essere molto abbondanti (quindi come un’emorragia, non come una semplice mestruazione) è utile recarsi in pronto soccorso per un controllo urgente. Spero di averle risposto e di averla rassicurata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti