Seconda gravidanza a 40 anni: sono alti i rischi per via dell’età?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 11/03/2024 Aggiornato il 11/03/2024

Anche a 40 anni una gravidanza può non andare incontro ad alcun problema, quindi il meglio che si possa fare è affrontarla con serenità, ovviamente seguendo tutte le indicazioni del caso, a partire dai controlli prescritti dal ginecologo.

Una domanda di: Lucrezia
Buongiorno, sono incinta di qualche settimane dopo 4 anni della seconda gravidanza… Sono in ansia visto che a giugno compio 41 anni: leggo in Internet che alla mia età i rischi in gravidanza sono tanti, a partire da quello di infarto. Devo crederci? Grazie!

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, sicuramente internet è luogo ambiguo quando si cercano rassicurazioni, comunque moltodipende da quanto è attendibile la fonte a cui si attinge!
Io le posso dire che dal punto di vista ostetrico ci aspettiamo che la seconda gravidanza assomigli molto alla prima. E se è vero che ogni gravidanza è a sé lo è altrettanto che se alla prima esperienza lei non ha sviluppato complicanze (per esempio diabete, ipertensione, preeclampsia o gestosi) è altamente probabile che anche in questa seconda dolce attesa le cose vadano altrettanto bene.
L’età materna incide sui possibili rischi di complicanze materne e fetali, lo sappiamo, pertanto le verranno di sicuro proposti sia gli accertamenti di diagnosi prenatale (che, mi piace sottolineare, non sono obbligatori ma a discrezione della coppia), sia gli esami ematochimici utili per esempio a evidenziare il diabete gestazionale.
Le direi quindi di essere fiduciosa nel buon esito di questa seconda avventura: cuor contento il Ciel lo aiuta!
Oggi sappiamo che questo detto è vero anche dal punto di vista scientifico: lo stress è infatti capace di interferire con le nostre difese immunitarie quindi se lei è serena sta già tenendo alla larga anche le infezioni…
Spero di averla rassicurata, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti